mercoledì 27 luglio 2011

Abarth goes to Hollywood

Abarth 500
Abarth 500: in rotta verso Los Angeles

Il lancio del marchio Abarth negli USA – che nel caso specifico si limita al prodotto Abarth 500, visto che Abarth Punto Evo non è omologata per essere venduta nel nord America – in un primo momento era previsto per il 2013. La responsabile USA di Fiat, Laura Soave, aveva ribadito questa tempistica in una dichiarazione fatta al New York Times lo scorso febbraio.

Laura Soave con Sergio Marchionne e Fiat 500
Ora pare che la data dell'introduzione sia stata anticipata all'inizio del prossimo anno, mentre Fiat USA ha confermato (tramite il proprio utente Twitter) che il pubblico statunitense potrà ammirare le prime auto del marchio sportivo il prossimo novembre, al Motor Show di Los Angeles.

Laura Soave, prima di venire incaricata da Sergio Marchionne di prendere in mano il marchio italiano, è stata una dirigente della Volkswagen, la cui nuova Beetle (che in Italia si chiamerà Maggiolino) è stata resa più “maschile” proprio per evitare la nomea di chick car. Anche per 500, la Soave è convinta che un'opera di “mascolinizzazione” non possa che far bene, per la subcompact di Fiat.

Abarth 500 – disponibile anche nella versione cabrio – è un'auto equipaggiata con un motore 1.4 MultiAir turbo da 135 CV, potenza che potrebbe essere aumentata fino a 175 CV (il kit esseesse porta la potenza di Abarth Punto Evo a 180 CV) per competere con la Mini Cooper S, che verrà resa disponibile anche nella nuova versione coupé.

L'anticipazione del lancio del marchio Abarth potrebbe – in qualche modo – bilanciare lo slittamento dello sbarco di Alfa Romeo in America, deciso a causa dei ritardi nella definizione del design di Alfa Romeo Giulia, modello che rappresenterà la testa di ponte del marchio del biscione.
-->