martedì 19 luglio 2011

Alfa Romeo MiTo: un tocco d'arte per la versione anti-congestion tax

Un'immagine diversa dal solito, quella evocata dalla versione Mi.To 1.3 JTDM-2 Sprint. Per lanciare la nuova nata della gamma della piccola di Casa Alfa Romeo, infatti, non vengono evocati né cavalli scalpitanti, né handling particolarmente sportivi (patrimonio genetico riconosciuto di tutte le auto del marchio del biscione), ma piuttosto il contrario: consumi ed emissioni particolarmente bassi, il tutto condito da un look molto fiorito e piuttosto psichedelico, opera dell'artista Louise Dear. Titolo dell'opera: “Because I Can” (“Perché io posso”, tradotto in italiano).

Questa versione di Alfa Romeo Mi.To è dotata di un propulsore turbodiesel multijet common-rail particolarmente parco (il costruttore dichiara un consumo di 3,6 litri per 100 chilometri ed emissioni di 95 grammi di CO2 al chilometro), tanto da esimere il guidatore dal pagamento della congestion tax, generalmente dovuta da chi intende circolare nella città di Londra nei giorni feriali (il costo di tale tassa è di £10 al giorno, poco meno di 11,50 euro).

La fiorita vettura, sul cui cofano spicca un viso di donna ispirato dalla 17enne figlia della Dear, è stata commissionata da Alfa Romeo UK, per essere esposta in diverse gallerie del circuito Castle Galleries. La prima tappa di questo tour è stata l'Arctica Galleries presso Covent Garden (Londra), lo scorso 14 luglio, seguiranno Birmingham (28-31 luglio), Norwich (4-7 agosto) e Cardiff (11-14 agosto), in Galles.