lunedì 4 luglio 2011

Volvo: rivela un'anima sportiva, ma non è una novità



Volvo sta lavorando – secondo quanto comunicato da Autoblog.com – su una versione sportiva della berlina hatchback C30, la cui anteprima (una concept car) è stata vista al Moving Motor Show di Goodwood. Questa versione, caratterizzata dalla non meglio precisata sigla CPC – dovrebbe essere dotata di un propulsore da 400 cavalli, abbinato ad una trasmissione integrale. Si tratterebbe di una serie limitata a 500 unità, da prezzare a 50mila sterline inglesi (ca. 56.000 Euro), listino molto simile a quello della concorrente BMW M3.

Il progetto nascerebbe da una collaborazione fra Volvo e Polestar Racing, azienda specializzata in preparazioni sportive, e già partner di Volvo per quanto riguarda le versioni R-Design di Volvo S60 e XC60.

La Volvo C30 CPC: 400cv e trazione 4x4?
Qualcuno si sta meravigliando del fatto che Volvo – regina della sicurezza e robustezza – faccia l'occhiolino alla sportività? Innanzitutto non si può voler competere nel mercato automotive premium, con concorrenti quali BMW (e le sue versioni sviluppate dalla divisione Motorsport) e Audi (con le sue RS), ma – come giustamente ricorda Autoblog.com – l'immagine sportiva di Volvo non è affatto una novità.

La fortunata Volvo serie 700 (fra cui la 760, la 740 e la coupé 780, disegnata ed assemblata da Bertone), prodotta fra il 1982 e il 1998 in oltre 1.400.000 unità), ad esempio, è stata lanciata - soprattutto negli USA - con il supporto da massicce campagne pubblicitarie che promuovevano la sportività delle berline e station wagon della casa svedese. Ma anche in tempi più remoti, Volvo si presentava al pubblico come una vettura sportiva, ecco alcuni di quei messaggi:

L'idea dietro Volvo Turbo Wagon


Quando la tua famiglia non ci sta più nella Lotus


Questa Wagon risponde a tutte le obiezioni
sul perché non possedere una Wagon


Volvo domina una gara di durata di 10h
occupando i primi tre posti