martedì 30 ottobre 2012

Volkswagen Santana: il nuovo modello per la Cina

È stata presentata ieri a Wolfsburg – headquarter di Volkswagen AG – la nuova versione dell'auto che ha rappresentato gran parte del successo del marchio in Cina: la nuova Volkswagen Santana.

Inizialmente basata sulla seconda generazione di Volkswagen Passat, la Santana è stata lanciata in Cina nel lontano 1981 e da allora è rimasta un bestseller che ha totalizzato vendite per quasi quattro milioni di auto. Vettura globale, in Nord America la Santana è conosciuta come la Volkswagen Quantum, in Messico Volkswagen Corsar, mentre in Argentina assunse il nome di Volkswagen Carat.

La Volkswagen Santana 2013 – che verrà prodotta nello stabilimento di Shanghai di Volkswagen Automotive - nasce da una piattaforma completamente nuova e, nonostante il design riprenda gli stilemi delle più recenti vetture del marchio, non condivide più alcuna parentela con la Volkswagen Passat. È cresciuta nelle dimensioni, il passo è stato portato ad oltre 2,6 metri, mentre il bagagliaio ha una capienza di 480 litri.

La gamme delle motorizzazioni è rappresentata da due motori aspirati a benzina 1.4 90 CV (66 kW) e il 1.6 110 CV (81 kW) della famiglia EA211.

Si tratta di motori interamente in alluminio, tutti a 16V, dotati di collettore di scarico integrato nella testa del cilindro. Rispetto ai propulsori utilizzati nella VW Santana precedente, economia ed emissioni di CO2 migliorano del 28% (il 1.4 litri consuma mediamente 5,9 litri per 100 chilometri percorsi, il 1.6 litri 6,0).

Il Gruppo Fiat non può vantare la tradizione di Volkswagen nel mercato cinese e solo recentemente ha lanciato un modello che ne risponde ai requisiti, la Fiat Viaggio, una vettura che può vantare un alto livello tecnologico, a partire dalle motorizzazioni T-Jet turbocompresse da 120 CV e 150 CV), e rappresentare una valida alternativa alla Volkswagen Santana.