mercoledì 31 ottobre 2012

Toyota: tribunale francese blocca pubblicità “contro l'ambiente”

Il tribunale francese TGI (Tribunale delle Grandi Istanze) di Nanterre ha condannato Toyota France a ritirare la pubblicità dei propri veicoli 4x4 che raffigurano i fuoristrada in ambiente naturale, perché questo contravviene a quanto previsto dalla Legge sull'Ambiente (Code de l'Environnement).



L'istanza è partita dall'organizzazione ambientalista France Nature Environment (FNE), lo scorso 13 aprile (secondo l'articolo pubblicato da Le Monde, nella sezione Planète del proprio sito Internet), che ha stigmatizzato le immagini off-road che accompagnano le campagne pubblicitarie dei modelli Toyota RAV4, Toyota Land Cruiser e Toyota Hilux, raffigurati in manovre tipicamente fuiristrada, in azione sulla neve, su rocce, sulla sabbia e via dicendo.

Le immagini dei veicoli fuoristrada, dotati di motorizzazioni ad alta emissione di CO2 “promuovono comportamenti ostili nei confronti dell'ambiente”, secondo i giudici, e Toyota avrà un mese di tempo per ritirare tutte le immagini incriminate, pena un pagamento di 100 euro al giorno per ogni contravvenzione.

Originariamente erano 5 i produttori automobilistici accusati di aver violato la legge, ma solamente Toyota si è rifiutata di ritirare volontariamente le immagini in questione, provocando la causa da parte di FNE.

Toyota France ha fatto notare che video e fotografie erano state riprese all'estero (la legge fa riferimento a territori all'interno della Francia), ma l'obiezione non è stata presa in considerazione.

Evidentemente lo speciale (Top Gear: Polar Special) della trasmissione televisiva Top Gear girato nel circolo polare artico (fra i protagonisti, anche in questo caso, figurano delle Toyota Hilux, le cui vicissitudini sono poi state promosse come Hilux Arctic Challenge) non sarebbe stato possibile in Francia.