sabato 20 agosto 2011

Maserati: SUV e “baby” Quattroporte la ricetta per raggiungere quota 50mila

Concept car di Maserati, il SUV Kubang
La concept car Kubang

Sergio Marchionne ha dei piani piuttosto ambiziosi per Maserati, E la cosa non meraviglia più di tanto, visto che il boss di Fiat-Chrysler sembra avere piani ambiziosi per tutti i suoi marchi. Ma questa volta l'obiettivo è forse più ardito del solito: quello di moltiplicare per dieci l'attuale livello di vendite dei modelli Maserati, che nel 2010 è stato di 5.675 unità e che dovrebbe attestarsi a 50.000 nello spazio di pochi anni.

Come fare? Uno dei cardini di questo progetto è quello di sfruttare al meglio le sinergie fra il Gruppo Fiat (FGA) e Chrysler, ed introdurre due modelli “di più largo consumo”: un SUV (tutti vogliono avere un SUV e una “mini” Quattroporte di segmento E (per intenderci, dovrà fare da concorrente a Audi A6, BMW Serie 5 e Mercedes Classe E).

Questi nuovi modelli, come detto, si dovrebbero basare ampiamente su tecnologia di provenienza Chrysler Group: Chrysler 300/Lancia Thema e Dodge Avenger, permetteranno alla nuova Quattroporte del 2013 di sdoppiarsi fra la Quattroporte baby (codice di progetto M157) e una Quattroporte più grande (M156).

Per quanto riguarda il crossover, il primo SUV di casa Maserati, questo dovrebbe venir prodotto nello stabilimento Jefferson North di Detroit, a fianco del Jeep Grand Cherokee (dal quale deriva). Secondo Maserati i modelli Maserati “Made in Detroit” non verranno commercializzati con il marchio Chrysler o Dodge.

La produzione delle due Quattroruote dovrebbe avvenire nella fabbrica delle Officine Automobilistiche Grugliasco (OAG), ex-Carrozzerie Bertone, acquisite da FGA nel 2009, il cui rinnovamento richiederà un investimento di circa 550 milioni di euro.

Per quanto riguarda i motori, le nuove Maserati useranno una versione potenziata dei Chrysler V-6 Pentastar, con cilindrata ridotta a 3 litri (il Pentastar attuale è un 220 pollici cubi, ovvero un 3.604 cc), l'adozione del sistema MultiAir Fiat, l'iniezione diretta di benzina e un compressore a doppio stadio. La massiccia trasformazione dovrebbe portare il propulsore a sviluppare 400 CV (la versione più potente del V-6 Pentastar 3.6 attuale è quella del Dodge Challenger, con 305 CV) pur mantenendo dei consumi relativamente bassi.
-->


Saranno queste le linee del SUV Maserati?
Le motorizzazioni diesel, immancabili per le vendite in Europa, saranno una versione potenziata degli attuali V6 da 3 litri prodotti d VM Motori e montati sulle Grand Cherokee esportate in Europa, che attualmente sviluppano 190 - 241 CV, e che potrebbero superare i 300 CV per la versione Maserati.

Al Salone dell'Automobile di Francoforte (15 – 25 settembre) potrebbe essere presente il SUV Maserati, in versione concept car, per cominciare a solleticare le fantasie dei potenziali clienti, mentre sulla Rete si scatena la guerra del rendering.


Fonte: varie