giovedì 21 marzo 2013

Andrà all'asta la Maserati Ghibli del 1968 scoperta abbandonata in un capannone


Dopo essere rimasta per 14 anni nascosta in un capannone, un esemplare della splendida Maserati Ghibli – numero di telaio AM1158586, costruita nel 1968 – riappare ed andrà all'asta il giorno 17 maggio dalla casa d'asta britannica Silverstone Auctions, legata al famoso circuito per competizioni automobilistiche dallo stesso nome.

La Maserati Ghibli del 1968 ritrovata in un capannone andrà all'asta
La Maserati Ghibli del 1968 ritrovata in un capannone
Una tipica “Old Car In The Barn” (una “vecchia auto nel fienile”), come vengono definite queste automobili abbandonate e poi ritrovate, la Maserati Ghibli in questione ha una targa del Regno Unito, numero TRP 118F, e richiederà importanti lavori di restauro, tant'è che il prezzo di vendita stimato non è molto alto: 12.000 – 16.000 sterline britanniche (14.000-18.700 euro, approssimativamente).

Eppure si tratta di una vettura piuttosto rara, solo 1.274 esemplari vennero prodotti – 1.149 con carrozzeria coupé e 125 in versione spider – fra il 1967 e il 1973. Nel corso degli anni alcune delle Ghibli coupé vennero trasformate in spider.

Motore V8 4.7 da 330 CV della Maserati Ghibli del 1968
Il poderoso motore V8 4.7 da 330 CV dell Maserati Ghibli del '68
L'anno 1968 segna anche l'acquisizione di Maserati da parte della produttore francese Citroën, che però metterà in liquidazione il marchio sportivo di Modena nel 1973 (seguiranno vicissitudini di tutti i tipi – la pagina Wikipedia di Maserati le riassume – fino all'arrivo nel gruppo Fiat nel 1993).

La Maserati Ghibli – che sostituiva la 500 GT - era stata disegnata da Giorgetto Giugiaro (all'epoca impiegato da Ghia) ed era mossa da un motore V8 4.7 da 330 CV. Le prestazioni erano eccellenti: 270 chilometri orari di velocità massima, tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h di 6,8 secondi.

Dopo l'uscita di produzione delle prime serie di Ghibli (nel 1973, per dare spazio alla Maserati Khamsin), il nome 'Ghibli' ritornerà nel 1992 – per battezzare l'ultima serie delle Maserati Biturbo – e nel 2013 (alla fine dell'anno), quando verrà lanciata la nuova vettura di Segmento E della Maserati, che verrà prodotta nel nuovo stabilimento di Grugliasco (dal quale esce anche la nuova Maserati Quattroporte). La nuova Ghibli sarà una delle colonne portanti del piano di espansione Maserati, che vuole portare il marchio del Tridente a raggiungere le 50.000 automobili vendute entro il 2015.

Tre quarti posteriore della Maserati Ghibli del 1968 ritrovata in un capannone in UK
Tre quarti posteriore della Maserati Ghibli del 1968 ritrovata in un capannone in UK