lunedì 21 marzo 2011

Ferrari FF: è già un successo, a poche settimane dal debutto. Qual è il suo segreto?

Presentata solamente pochi giorni fa al Salone dell'Auto di Ginevra, la Ferrari FF ha già esaurito la produzione dell'intero primo anno. Chi ordina la propria vettura ora, la vedrà consegnata a partire dalla seconda metà del 2012.


Si tratta di un modello estremamente innovativo e coraggioso, dal look (e dalla praticità) tipici di una Station Wagon: bagagliaio capiente (450 litri sono un dato da vettura di famiglia), sedili posteriori abbattibili (il che può portare la capienza a 800 litri), grande spazio interno.

Il tutto condito da un motore V12 da 660CV, con una cilindrata di 6,3 litri, dalle performance strepitose (3,7 secondi per accelerare da 0 a 100 Km/h e 335 Km/h di velocità massima) e dalle emissioni particolarmente contenute (360 grammi per Km, rispetto ai 470g/Km della 612 Scaglietti, seppur dotata di un propulsore di “soli” 5,75 litri e 540CV).

La Ferrari FF (acronimo di Ferrari Four) sostituisce la 612 Scaglietti ed è la prima Ferrari di sempre ad avere la trazione integrale. La FF pesa 1.790Kg, esattamente come la Scaglietti, nonostante si tratti di una vettura più grossa, più spaziosa e sia dotata della trasmissione 4x4. Il risultato è stato raggiunto attraverso lo sviluppo – durato più di 10 anni – di una trasmissione estremamente leggera (circa 45 Kg), al suo debutto.


Insomma la Ferrari FF è un miracolo di stile ed ingegneria, da qualunque parte la si guardi, ecco il perché del suo successo. La salita produttiva raggiungerà il suo apice di 70 unità al mese a partire dal mese di giugno, le unità prodotte in un anno saranno 800. Sembra però che non saranno sufficienti a soddisfare tutti i potenziali clienti, che hanno qualcosa di più di ¼ di miliardo di euro in tasca.