lunedì 18 aprile 2011

Volkswagen Beetle 2011: questa volta si fa sul serio (con un tocco di italianità)



A 13 anni dal lancio di New Beetle, Volkswagen introduce un... Nuovo New Beetle. Ma questa volta gli obiettivi sono totalmente diversi rispetto al modello precedente, che non fu molto fortunato. Il nuovo modello di Volkswagen è stato presentato oggi (proprio mentre il blog era in preparazione) al Salone dell'Auto di Shanghai. Evidentemente il mercato cinese rappresenta sempre più una chiave del successo del Gruppo Volkswagen. E lo show di presentazione è stato organizzato in collaborazione con l'MTV World Stage, a dimostrazione di come la clientela giovane faccia parte del target di Volkswagen.




Design e marketing di VW Beetle 2011 sono opera di due brillanti dirigenti italiani, entrambi con una storia legata al marchio Alfa Romeo: Walter Da Silva (che disegnò uno dei più grossi successi del marchio del biscione: l'Alfa 156) e Luca De Meo (Amministratore Delegato di Alfa Romeo dal dicembre 2007 al gennaio 2009, artefice del lancio di Alfa Mi.To). Entrambi i personaggi avevano lasciato il Gruppo Fiat in seguito a dei dissapori con – rispettivamente – Paolo Cantarella e Sergio Marchionne.




Nel progettare Volkswagen Beetle, si è lavorato molto su quelli che erano i difetti riscontrati nel Maggiolino del '98.
Il New Beetle di fine anni novanta aveva una sola motorizzazione? Ecco che il nuovo modello ne propone 5. Tre benzina: un 1.2 turbo da 105CV, un 1.4 da 160CV e un 2.0 da 200CV. E due diesel: il 1.6 TDi da 105CV e il 2.0 TDi 140CV. E per aumentare le possibilità di scelta, ecco il cambio automatico con doppia frizione DSG disponibile su quasi tutta la gamma.
Il “vecchio” Maggiolino aveva poco spazio e abitabilità? Ecco che le dimensioni del modello 2011 vengono aumentate in larghezza (+9 cm) e lunghezza (+15 cm), e il bagagliaio ampliato (+100 litri).
Il modello precedente non era sufficientemente “mascolino”? Ecco che adesso New Beetle ha delle linee meno arrotondate, l'altezza viene ridotta di 1 cm, rendendone il look molto più sportivo.


Insomma, gli ingredienti ci sono tutti per far dimenticare gli scarsi risultati di vendita del Volkswagen Beetle precedente, che aveva convinto solo una parte del pubblico statunitense, e avvicinare il Nuovo Maggiolino alla “vettura del popolo” disegnata Ferdinand Porsche (nel lontano 1938).

Il lancio italiano è previsto per l'autunno inoltrato, nella speranza che nel frattempo i dati di vendita del mercato possano mostrare dei segni di ripresa.
MET9YNTRXD3X