martedì 29 gennaio 2013

Toyota ritorna ad essere il produttore auto numero uno per vendite nel 2012



Sembra essere ufficiale, Toyota Motor nel 2012 ha venduto un volume di veicoli record, raggiungendo quota 9,75 milioni, sorpassando General Motors e Volkswagen Group e assicurandosi la posizione di produttore auto numero uno al mondo.

Toyota ritona ad essere il numero 1 al mondo con 9,75 milioni di veicoli venduti nel 2012
Un salone Toyota in Giappone, dove le vendite sono salite del 35 percento (Shizuo Kambayashi/Associated Press)

Lo scorso anno il titolo di maggior produttore di auto al mondo se lo sono giocato la General Motors e Volkswagen, non senza strascichi di polemiche, mentre Toyota rimase a guardare.


Nel 2011 Toyota ebbe ad affrontare diversi problemi, fra i quali il terremoto e tsunami avvenuti nel marzo dell'anno. Nel 2012 il recupero delle posizioni del marchio giapponese è avvenuto attraverso una crescita del 27 percento negli Stati Uniti (dove le vetture ed i veicoli commerciali venduti sono stati 2,08 milioni) ed un miglioramento della performance nel mercato domestico del 35 percento (2,41 milioni di veicoli sono stati venduti in Giappone da Toyota), stimolata anche dalle immatricolazioni – incentivate dal governo – di vetture dai consumi ridotti (quali la Toyota Prius elettrica e la nuova Toyota Auris full-hybrid, chiamata Corolla in Giappone, una delle auto novità più reclamizzate in questo periodo). In Europa le vendite Toyota sono salite del 2 percento, mentre in Cina le vendite di Toyota (e della auto giapponesi in generale) hanno subito un rallentamento dovuto alla disputa sulle isole Senkaku (isole Diaoyutai in cinese), che ha persino portato all'incendio di una concessionaria Toyota in Cina. 

GM nel 2012 ha venduto 9,29 milioni di veicoli, ed ha quindi conquistato il secondo posto. Per decenni il colosso USA è stato il gruppo automobilistico di maggior successo al mondo, prima di cedere il posto a Toyota, nel 2008.

Per quanto riguarda i tedeschi della Volkswagen (il cui obiettivo dichiarato è quello di raggiungere le vetta entro il 2018), anche loro hanno contabilizzato vendite record per 9,1 milioni di veicoli. Un ottimo risultato assicurato dall'espansione nei mercati emergenti (in Brasile VW è seriamente intenzionata a contendere la leadership a Fiat).