martedì 29 novembre 2011

Toyota GT 86 e Subaru BRZ: gioia di guida

Toyota GT 86 on the road orange
A distanza di poche ore una dall'altra, le gemelle Toyota GT 86 e Subaru BRZ sono venute alla luce (dopo che la loro nascita era stata ampiamente anticipata dal Salone dell'Auto di Francoforte). Ovvero le due case automobilistiche che hanno sviluppato la doppia (anzi tripla, come vedremo più avanti) auto sportiva in partnership, hanno deciso di distribuirne le foto ufficiali, in un ovattato sfondo bianco quelle di Subaru, in un ambiente più vicino alla pista ed in esterno quelle di Toyota.

Il tutto per anticipare le immagini ufficiali prima dell'apertura del 42° Salone dell'Auto di Tokyo, in programma dall'1 all'11 dicembre 2011.

Subaru BRZ static white
-->

Toyota GT 86 (la cui concept car d'origine era stata chiamata FT-86) si chiamerà solo 86 in Giappone. Per quanto riguarda la terza vettura nata dalla collaborazione Toyota-Subaru, la Scion FR-S (spin off made in Toyota), le immagini disponibili rappresentano ancora la concept car vista al salone di New York.

Che venga commercializzata con il nome Toyota, Scion o Subaru, la vetturetta sportiva promette di essere un giocattolo veramente divertente, visti i dati tecnici che la caratterizzano. E se il prezzo di vendita non sarà eccessivo (valutato intorno ai 30mila euro), non è difficile prevederne un grande successo commerciale. Arriverà in Europa nel corso dell'estate 2012.

Il motore è lo stesso, firmato a quattro mani da entrambe le case produttrici giapponesi (ma di origine Subaru, come rivela la struttura a cilindri contrapposti): si tratta di un quattro cilindri aspirato 2.0 boxer ad iniezione diretta (la D-4S fornita da Toyota) da 200 CV a 7.000 giri al minuto e 205 Nm di coppia a 6.600 (la zona rossa del contachilometri inizia a 7.500 g/min).

La vettura è una sportiva 2+2 agile e compatta. Anzi: l'auto sportiva più compatta al mondo, lunga 4,24m, alta 1,283m, larga 1,775m e del peso di soli 1.180 kg (ripartiti al 53% sull'assale anteriore e 47% su quello posteriore).

Il propulsore può essere abbinato ad un cambio manuale a 6 marce, oppure ad una trasmissione automatica-sequenziale, con paddle al volante, anch'essa dotata di 6 rapporti. La trazione è posteriore, la trasmissione è dotata di differenziale autobloccante.

La passione è tornata, come recita il claim di Toyota GT 86. Tenetevi stretti.