martedì 28 giugno 2011

Great Wall Motors: Italia testa di ponte per i primi diesel Made in China

Great Wall Motors Steed 5 (o Wingle)
È dal 2006 che il maggiore produttore cinese di SUV e pick-upGreat Wall Motors – vende i suoi prodotti in Italia, attraverso l'importatore bresciano Eurasia Motor Company. Il problema è che le motorizzazioni diesel non sono mai riuscite a superare i limiti imposti dalla legislazione europea. E il mercato di SUV e pick-up è composto per la stragrande maggioranza di motorizzazioni diesel, rendendo l'attuale quattro cilindri di 2.4 litri dei modelli Great Wall assolutamente non competitivo.

Ora – invece – sono in arrivo i primi pick-up Steed 5 (in altri Paesi conosciuto come Wingle) dotati di motorizzazione diesel, si tratta di 343 unità per l'esattezza, secondo quanto riportato da Automotive News Europe. Si tratta in assoluto delle prime vetture diesel Made in China che vengono vendute in un Paese europeo. Il motore è un quattro cilindri 2.0 litri common-rail, con turbocompressore a geometria variabile, finalmente capace di rispondere agli standard Euro5.

Nei prossimi mesi arriveranno nel nostro Paese ulteriori 1.657 Steed 5 a gasolio (il loro numero raggiungerà quota 1.700) e altri trecento benzina.

GWM Steed 5/Wingle
Entro fine anno, poi, Great Wall Motors proseguirà nella sua espansione europea, sbarcando nel Regno Unito (dove sostituirà Daihatsu, che si ritirerà dall'Europa, secondo la decisione presa dalla capogruppo Toyota), e avviando un sito produttivo europeo – con una capacità produttiva di 50mila veicoli – in joint venture con il partner bulgaro Litex Motors a Lovech (Bulgaria), dove verranno assemblati tre modelli: C10 Voleex, Wingke 5 (Steed 5) e Haval H6 (Hover 6).

L'invasione cinese può avere inizio.